Caserta, il Consiglio Comunale approva il Piano Triennale dei Lavori Pubblici

Il Consiglio Comunale ha approvato nel corso della seduta odierna il Piano Triennale dei Lavori Pubblici 2018/2020, un documento che raccoglie tutta una serie di interventi previsti in città nei prossimi anni. Rispetto alla delibera licenziata dalla Giunta, su proposta del vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici Francesco De Michele, sono state apportate soltanto alcune modifiche tecniche con l’inserimento, approvato con un emendamento dall’assise, di alcune opere di efficientamento e ristrutturazione di edifici comunali e plessi scolastici. Ciò al fine di garantire all’Amministrazione comunale la partecipazione ad alcuni bandi regionali in scadenza nei prossimi giorni e procedere rapidamente alla stesura del Dup, il documento unico di programmazione. Il “Triennale” sarà poi nuovamente approvato contestualmente al Bilancio stabilmente riequilibrato, all’attenzione del consiglio comunale presumibilmente nel prossimo autunno.

Il documento approvato oggi parte dagli interventi che determinano un aumento della qualità della vita dei cittadini per poi arrivare alle grandi progettualità, destinate a cambiare gli assetti di Caserta. Oltre a sviluppare i grandi attrattori del territorio, ovvero Reggia, Belvedere di San Leucio e Casertavecchia, con progetti di alto profilo quale quello, ad esempio, che riguarda la riqualificazione di piazza Carlo III e della zona antistante la stazione ferroviaria, si punterà ad interventi di riqualificazione ambientale e urbana. Previsti anche lavori per una forte infrastrutturazione della zona del nascente Policlinico e dell’area Pip di san Benedetto, dove sorgerà anche un polo tecnologico bio-sanitario.

Sotto il profilo della riqualificazione urbana una delle iniziative più importanti riguarderà il programma straordinario di interventi per le periferie per oltre 19 milioni di euro, a seguito della firma della convenzione con il Governo avvenuta nello scorso mese di dicembre. Particolare attenzione sarà dedicata alle frazioni pedemontane.  A Tuoro, nella zona di Parco Primavera, è prevista la sistemazione dei percorsi pedonali e ciclabili, la riqualificazione piazza Suppa e la ristrutturazione del centro parrocchiale, la rifunzionalizzazione della palestra di ginnastica artistica, la creazione di un centro sportivo polivalente, la sistemazione di viella Santa Cecilia, la realizzazione dell’asse di penetrazione Parco Primavera-piazza Suppa, l’approntamento di un sistema di videosorveglianza, la sistemazione del circolo anziani e del plesso della scuola media. Nelle altre frazioni pedemontane, poi, verranno realizzate anche aree destinate a colture e serre ed è previsto un intervento di riqualificazione degli assi viari esistenti. Altri 19 milioni di euro sono stati ottenuti dal PICS Europa per intervenire su tutti gli assi strategici della città, sia dal punto di vista infrastrutturale che culturale, che sul sociale, sulle scuole, su tanti temi materiali e immateriali.

Altro intervento presente nel piano è quello relativo al risanamento ambientale e funzionale del sistema fognario, con un investimento di 15 milioni di euro che includerà anche il rifacimento di buona parte delle strade cittadine. Sempre a proposito di viabilità, previsti interventi per il rifacimento del collegamento stradale via Carcas-via Volta, la riqualificazione di via Trento, via Ferrarecce, dell’intero sistema viario del Rione Volturno.

Tra gli altri interventi fondamentali, un grande piano di messa in sicurezza degli edifici pubblici, sia sotto il profilo strutturale che dell’antincendio, oltre che dal punto di vista statico e dell’efficientamento energetico. Notevole importanza dedicata anche al recupero delle strutture sportive, dallo Stadio “Pinto” al “Palavignola”. Altri due temi compresi nel Programma Triennale sono la pubblica illuminazione, per la quale saranno investiti 2,7 milioni di euro a valere sui fondi Pics Europa e il verde pubblico, con il completamento di Villetta Padre Pio, la cui riqualificazione la renderà il principale parco cittadino. Previsto un grande piano di messa in sicurezza degli edifici scolastici cittadini, mentre tra i grandi progetti in programma c’è quello del rifacimento del sistema idrico cittadino, con un investimento di circa 30 milioni di euro. In programma anche importanti lavori di riqualificazione nei cimiteri cittadini.

E poi, il progetto per la Smart City e l’innovazione tecnologica, i servizi sanitari di telemedicina, i risanamenti ambientali e le compostiere di comunità, il parco archeologico di Casertavecchia, le opere di risanamento idrogeologico, la realizzazione dell’impianto antincendi boschivi, gli interventi su Piazza Carlo III e sulle strutture sportive per le Universiadi, l’ampliamento del Centro Commerciale Naturale.

Un piano triennale, dunque, – ha spiegato il sindaco Carlo Marino – che interviene in tutti i settori strategici della città, dai sottoservizi (sistema idrico e fognario, pubblica illuminazione) alla manutenzione delle strade, dai grandi attrattori culturali (Reggia, Belvedere, Caserta medievale) alle opportunità degli insediamenti produttivi dell’area del Policlinico, dal centro cittadino con il recupero dei palazzi storici alle periferie con una grande attenzione alle frazioni pedemontane, dagli interventi sull’ edilizia scolastica a quelli sulle strutture sportive. Si guarda dunque all’ordinario ma si investe tanto sul futuro di Caserta, con una strategia che mira concrete prospettive di sviluppo ed economia in particolare per i giovani di questa città”.

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: