Campania : La Lega e il Movimento non sfondano , convince il patto civico tra forzisti e piddini .

Questa tornata elettorale non da segnali importanti o di rinnovamento alle urne campane . Se si considerano i comuni per densità abitativa che possono essere presi di riferimento per una eventuale lettura analitica allora dobbiamo chiaramente parlare di Torre del Greco , Castellammare , Afragola , Avellino e Maddaloni.  Ovviamente bisogna almeno sottolineare che solo 5 comuni tra cui Ottaviano , Afragola , Qualiano , Castellammare ,  Cercola e Maddaloni riescono a trionfare con simboli di partito e coalizioni di centrodestra escludendo il Movimento dal patto .  A  Qualiano la Lega fa il 3 e non si allea con FI o il Movimento e anche nelle altre coalizioni non e’ mai decisiva infatti ad Afragola il partito democratico perde ma non straperde e così a Cercola raddoppia addirittura FI con Fiengo sindaco o stravince con Serpico a Scisciano o con Esposito a Pollena Trocchia  . Il resto dei comuni campani ricelebra la consueta unione ibrida tra cdx e csx che si presentano insieme e con patti civici alle urne e i grillini guadagnano un ‘ occasione ad Avellino grazie alla spaccatura del centrodestra.  Sotto il cielo della Campania non cambia molto ma gli effetti del nuovo governo possono così sintetizzarsi : ritorno a casa degli elettori di sinistra e rinascita delle vecchie alleanze al centrodestra che speculano sulla figura di Salvini e la campagna d’ odio sull’ immigrazione . Chiaramente questo è stato un errore tutto della sinistra e non certo quella renziana con Minniti . Si era parlato più volte della emergenza criminalita’ in Campania legata al fenomeno immigrazione e alla necessità di implementare la sicurezza dei cittadini attraverso un potenziamento degli strumenti a disposizione delle forze dell’ ordine  . Questa cecità politica nonostante gli studi di Isaia Sales e gli educativi episodi di Gomorra hanno ugualmente spinto la sinistra verso una campagna elettorale autodistruttiva al Sud senza voler considerare le pessime performance in Europa sul tema. A goderne in chiave populista e’ stato il furbissimo Salvini che praticamente fonda il suo successo solo su questo peana di guerra stracciando anche i grillini ed infatti la decisione sulla chiusura dei porti non puo’ essere una  soluzione politica accettabile per risolvere il ” CASO ITALIA  ” ma solo l’ ennesimo paravento dietro cui lo Stato Italiano nasconde il suo ritardo sulle riforme economiche e le politiche del lavoro comprese le faccende europee . Ritornando alla Campania appare chiaro che l’ eventuale competitor dell ‘ uscente governatore De Luca sara’ con molta probabilita’ un democristiano dal volto di Mastella o cose di questo tipo in una salsa tutta democristiana . Sono state revocate le elezioni per i comuni di Caivano , Calvizzano e Marano di Napoli . Ricordiamo che dal 1991 al 2018 sono stati sciolti 104 Consigli comunali per infiltrazioni mafiose e la Campania si colloca al secondo posto in Italia dopo la Calabria che ne computa 105. 

image_pdfimage_print
Rosa Criscuolo

Rosa Criscuolo

Legale , giornalista , membro del comitato radicale italiani . È' stata opinionista radio e TV . Vive tra Napoli e Roma. rosacriscuolo3@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: