Battisti a Ciampino: per 6 mesi in isolamento

È decollato dall’aeroporto Viru Viru di Santa Cruz, in Bolivia, ieri sera poco dopo le 22 ora italiana, l’aereo che porterà in tarda mattinata Cesare Battisti in Italia. L’ex terrorista era stato in precedenza consegnato dalle forze dell’ordine boliviane alle autorità italiane. Gli uomini del Gom, il gruppo operativo mobile della polizia penitenziaria, d’intesa con le altre forze di polizia, sono pronti a prendere in consegna Battisti in arrivo dalla Bolivia, per tradurlo al carcere di Rebibbia di Roma. Ad attenderlo all’aeroporto di Ciampino, ci sarà il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. È quanto fa sapere il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria.

Starà in cella in isolamento diurno per 6 mesi. A quanto si apprende questo è il regime carcerario riservato a Cesare Battisti. Subito dopo lo sbarco è arrivato il trasferimento nel carcere di Rebibbia, dove viene introdotto nel circuito di alta sicurezza che viene riservato agli ex terroristi. Ma non potendo per ora condividere l’ambiente detentivo con altri soggetti, ci sarà per lui una sistemazione particolare. Inoltre, dovendo Battisti scontare la pena dell’ergastolo, sarà sottoposto per 6 mesi ad isolamento diurno.
Battisti è arrivato a Ciampino con un volo partito ieri sera dalla Bolivia. Ad aspettare il suo arrivo all’aeroporto di Ciampino Salvini e Bonafede. “Sconterà l’ergastolo”, assicura il ministro della Giustizia.

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it