Autunno Musicale 2019 della Nuova Orchestra Scarlatti Dedicato a Felix

sabato 16 novembre 2019 – ore 19.00

Napoli – Conservatorio San Pietro a Majella – Sala Scarlatti

(Via San Pietro a Majella, 35)

F. Mendelssohn

Konzertstücke per clarinetto, corno di bassetto e orchestra, in fa min. op 113 e in re min. op. 114

Concerto in re minore per violino, pianoforte e orchestra d’archi

clarinetto Gaetano Russo  corno di bassetto Luca Cipriano

violino Daniela Cammarano  pianoforte Alessandro Deljavan

NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI

direttore P. Leonfranco Cammarano

 

Il romanticismo felice di Mendelssohn per l’Autunno musicale della Nuova Orchestra Scarlatti  

Il terzo appuntamento dell’Autunno Musicale 2019 della Nuova Orchestra Scarlatti  sabato 16 novembre 2019, Sala

Daniela Cammarano

Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, ore 19.00 –  propone un’immersione nel mondo sonoro del più ‘felice’, di nome e di fatto, dei grandi del primo romanticismo tedesco, Felix Mendelssohn. Genio precocissimo, di lui ascolteremo alcuni capolavori giovanili; cuore del programma sarà il Concerto in re minore per violino, pianoforte e orchestra d’archi, una grande pagina vibrante di energia fin dalle prime battute in cui un Felix appena quattordicenne, ammirato dal grande Goethe, coniuga lo slancio romantico dei due solisti con la classica limpidezza dell’orchestra: dal vigore beethoveniano dell’incipit dell’Allegro al dolce dialogo tra i solisti dell’Adagio, fino alla carica irresistibile dell’Allegro molto conclusivo.

Alessandro Deljavan

Musica tutta da godere, che vedrà accanto alla Nuova Orchestra Scarlatti, diretta dal M.° P. Leonfranco Cammarano, due solisti d’eccezione: la violinista salernitana Daniela Cammarano, che ha imbracciato il violino per la prima volta a 4 anni di età ed è oggi protagonista di una poliedrica carriera di solista, camerista e prima parte in prestigiose orchestre in Italia e nel mondo, e il pianista Alessandro Deljavan, che aveva solo nove anni quando nel 1996 vinse il Primo Premio al ‘Concours musical de France’ a Parigi, e da allora non ha mai cessato di incantare platee e critica internazionale; “artista completo, dalla tecnica straordinaria e dall’immaginazione eccezionale” hanno scritto di lui, e G. Sullivan Isaacs, uno dei più autorevoli critici americani, ha affermato: “Ognuno in sala è consapevole che sta ascoltando qualcosa di speciale – di bellissimo – fin dalle primissime note”.

Completano il programma, tutto dedicato a Mendelssohn, i Konzertstücke per clarinetto, corno di bassetto e orchestra, n. 1 in fa minore op. 113 e n. 2 in re minore op. 114, pagine fluenti di nobile cantabilità  e virtuosismo strumentale; solisti Gaetano Russo, già Primo clarinetto del Teatro San Carlo e dell’Orchestra Scarlatti della RAI di Napoli e con un’intensa carriera concertistica internazionale, e (al corno di bassetto) Luca Cipriano, ex allievo del M.° Russo, oggi uno dei più versatili clarinettisti della nuova generazione, Primo clarinetto dell’Orchestra Roma Sinfonietta, che spazia dal repertorio classico al contemporaneo, dal jazz all’improvvisazione.

 

Biglietto: € 12,00

 

Acquisto biglietti: presso i punti vendita ticketOnLine e su www.azzurroservice.net

e da un’ora prima dei concerti al botteghino adiacente all’entrata del Conservatorio

 

I prossimi appuntamenti

 

Venerdì 22 novembre la programmazione si sposterà nella Chiesa dei SS. Marcellino e Festo (ore 19.00), cornice ideale per la prima esecuzione moderna, a cura dell’ensemble romano Festina Lente diretto dal M.° Michele Gasbarro, della Messa a 5 voci di Antonio Nola, maestro napoletano della seconda metà del ‘600; sempre a San Marcellino, sabato 30 novembre (ore 19.00), un appuntamento di grande suggestione, Sacre Passioni ‘Quadri viventi su musiche da Gesualdo al ‘900’, azione/concerto di tableaux vivants su musica dal vivo realizzati dalla N.O.S. con il gruppo Teatri 35; si torna nella Sala Scarlatti del Conservatorio, domenica 8 dicembre (ore 19.00)con ContemporaNea, un appuntamento tutto da scoprire con nuove musiche di compositori partenopei tra i più significativi e comunicativi dell’odierna scena musicale, Gaetano Panariello, Patrizio Marrone, il giovane Salvatore Della Vecchia, e altro ancora.

Non mancheranno anche quest’anno gli appuntamenti dedicati ai giovani delle scuole (ma non solo) a San Marcellino(19 e 20 novembre) e al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare (26 novembre), nonché presso i Musei Scientifici dell’Università Federico II dal 2 al 5 dicembre.

Per gli appuntamenti in Italia e all’estero della Nuova Orchestra Scarlatti, segnaliamo il 14 novembre a Milano  presso la Sala Puccini del Conservatorio ‘G. Verdi’, Echi di Napoli; il 29 novembre a Roma, Sacre Passioni nell’ambito del ‘Roma Festival Barocco’; l’11 dicembre a Copenaghen e il 13 dicembre a Stoccolma, con il gruppo Teatri 35, l’Azione/Concerto Caravaggio e i Caravaggeschi.

E, per finire, il nuovo anno esordirà con il consueto e atteso appuntamento napoletano del Concerto di Capodanno della Nuova Orchestra Scarlatti (1 gennaio 2020, Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, ore 19.30); accanto all’Orchestra la voce di Naomi Rivieccio, giovane artista, già nota al grande pubblico, che spazia dal classico al pop.

INFO: 081.2535984 – info@nuovaorchestrascarlatti.it   www.nuovaorchestrascarlatti.it


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it