Autonomia: Caldoro, è opportunità anche per il Sud e può tenere unito il Paese

“La sfida del regionalismo differenziato e dell’autonomia è una opportunità per il Paese ed il Sud”. Così a Napoli, Stefano Caldoro responsabile del Dipartimento Autonomia di Forza Italia, ha introdotto i lavori del convegno che vede in prima linea consiglieri regionali e parlamentari azzurri.

“È una opportunità – ha aggiunto – se l’obiettivo finale sarà sempre quello di una Italia più forte e unita. Nella storia del Mezzogiorno c’è la vocazione federalista, c’è il desiderio di dare più forza e peso ai territori e questo sentimento è ancora attuale. Forza Italia ha il compito di costruire un percorso di riforme che, partendo dalla idea di autonomia, metta al centro i diritti costituzionali. Ha il dovere di lavorare ad una proposta di sintesi del Sud, un Sud che deve leggere unito questa sfida”.

Per Caldoro sarà necessario coinvolgere i cittadini “bisognerà rilanciare, nelle Piazze ed in Parlamento, prevenendo strumenti di democrazia diretta”.

Il processo del federalismo differenziato e dell’autonomia va perseguito “partendo – ha detto l’ex Presidente della Regione – dalla legge delega 42, quella voluta dal Governo Berlusconi. Una impostazione che mette al centro fabbisogni standard e perequazione. Il processo può e deve partire se si gioca ad armi pari, se la partita non è truccata, deve partire e garantire pari diritti e pari risorse, da Napoli a Milano”.

Nella parte finale del suo intervento Caldoro ha poi rilanciato sulla necessità di riforme più ampie “bisogna superare questo regionalismo, cambiare le Regioni e rilanciare il ruolo dei Comuni “.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
image_pdfimage_print
ILMONITO
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Translate »