Alimentare: Ferrarini punta sui territori. Si conclude oggi la formazione per i nuovi venditori

La capillarità della rete di vendita Ferrarini è da sempre un punto di forza del Gruppo. 
Lisa Ferrarini “Sosteniamo l’economia locale fatta delle tante piccole botteghe che animano i nostri centri”
 
Conoscere in modo approfondito il mondo Ferrarini, i segreti che sono dietro la qualità dei prodotti per trasmetterli ai clienti sono sempre stati parte fondante del successo del Gruppo Ferrarini. In quest’ottica l’azienda ha organizzato una due giorni di formazione e aggiornamento per i nuovi agenti del Gruppo Ferrarini che si conclude oggi nello stabilimento di Lesignano de Bagni (Parma) e che ha portato gli agenti in visita a tutti gli stabilimenti.
Agenti Ferrarini in visita alle stalle di vacche Jersey dell'azienda Agricola Ferrarini
Agenti Ferrarini in visita alle stalle di vacche Jersey dell’azienda Agricola Ferrarini

“Per Ferrarini- dichiara la presidente di Ferrarini Spa, Lisa Ferrarini- la formazione dei nostri venditori è fondamentale. I nostri agenti e la loro capacità di raccontare e spiegare i prodotti ai clienti sono un punto di forza e grazie a loro riusciamo ogni giorno a restare in contatto con migliaia di negozi al dettaglio tradizionali sparsi per l’Italia, che credono sempre nella qualità, nel legame con il territorio e, ancora oggi, chiamano i loro clienti per nome.”

 
“Il sostegno dell’economia locale – conclude la presidente Ferrarini, è per noi fondamentale e riteniamo che il dettaglio tradizionale possa coesistere con la grande distribuzione organizzata. I negozi di quartiere italiani continuano a rappresentare la storia di questo paese e l’eccellenza del Made in Italy.  Lì vince il rapporto umano ed il consumatore si affida al salumiere, che si distingue per la sua offerta selezionata di prodotti di alta qualità e gourmet. Questa è la forza che ha consentito a molti negozi al dettaglio di alimentari di crearsi una nicchia di mercato sempre più apprezzata dal consumatore.”
Grazie all’ampia gamma di prodotti il Gruppo Ferrarini si distingue come attore unico sul mercato, in grado di presentare un’offerta completa dell’alimentare italiano di alta qualità.
“La produzione del “Parmigiano Reggiano DOP”- ha spiegato il direttore marketing Claudio Rizzi- vanta il presidio da parte di Ferrarini dell’intera filiera, dal foraggio, alle bovine da latte, alla lavorazione fino alla stagionatura; nella primavera del 2007 Ferrarini è stata inoltre la prima azienda del comprensorio del Parmigiano Reggiano ad aver ricevuto la certificazione di prodotto “con latte ottenuto da alimentazione NON OGM”.”
 
Fondata a Reggio Emilia nel 1956, Ferrarini è ormai una tra le più importanti realtà europee nel settore agroalimentare e propone in tutto il mondo, oltre al suo prosciutto cotto, i prodotti tipici dell’italianità: dal Prosciutto di Parma DOP alle diverse specialità di salumeria, accompagnate dai prodotti dell’azienda agricola Ferrarini, come il Parmigiano Reggiano DOP, l’aceto balsamico di Modena IGP e il Tradizionale di Reggio Emilia DOP e i vini.
L’area della produzione agricola, delle Fattorie Ferrarini, dalla quale l’attività imprenditoriale ha preso avvio, si è notevolmente sviluppata nel tempo e rappresenta oggi un importante supporto all’attività industriale.
 
Ferrarini oggi è presente in 34 paesi ed è tra i leader di mercato nel food made in Italy di qualità in Giappone, USA, Svizzera, Spagna, Hong Kong e in importanti Paesi del Sud Est Asiatico come Singapore e Thailandia.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it