Agorà “We Terra Mia” punta al Master Plan della Regione Campania

Quarto, 24 luglio- Si è tenuto a Quarto lo scorso 22 luglio, l’evento “WeTerraMia” Prospettive di sviluppo territoriale, un confronto voluto dall’associazione politico-culturale AGORA’ con il portavoce Avv. Nicola Paragliola e dal consigliere di Quarto Gennaro Castellone sostenuti dal consigliere di Marano di Napoli Luigi Carandente e dall’assessore alla legalità di Marano Floriana Trematerra. Nonostante Agorà sia nata da poco, ha già al suo attivo una rappresentanza istituzionale forte su Quarto e Marano attraverso i consiglieri Castellone e Carandente e l’assessore Trematerra, così come sottolinea il coordinatore e portavoce del movimento avv. Nicola Paragliola. Un incontro tra società civile e politica rappresentata, oltre che dai citati consiglieri ed assessore, dai Sindaci della città di Quarto e di Marano rispettivamente Antonio Sabino e Rodolfo Visconti e dal Consigliere Regionale Giovanni Chianese. Un territorio martoriato che aspetta di risorgere e tornare ad antichi fasti e slegate la propria notorietà a fenomeni di criminalità organizzata, roghi tossici, terra dei fuochi e di rifiuti sia legali che illegali e che intende puntare allo sviluppo valorizzando il territorio per contrastare la criminalità. Grazie all’insistenza ed all’interessamento costante del consigliere Castellone, Quarto è entrato a far parte del parco archeologico flegreo, ed oggi spinge per un progetto di riqualificazione dell’asse viario Pendine- Casalanno che collega Quarto e Marano, importante via di fuga e di collegamento che attualmente versa in totale abbandono.

Un evento molto partecipato che ha visto tra i relatori il promotore consigliere comunale Gennaro Castellone, i Sindaci Antonio Sabino e Rodolfo Visconti prevista anche la partecipazione del Sindaco di Giuliano Antonio Poziello assente per concomitanti impegni istituzionali, le conclusioni sono state affidate al Consigliere Regionale Giovanni Chianese. Il confronto è stato condotto da Francesca Beneduce, giornalista, criminologa esperta di crimini ambientali che ha evidenziato l’antica vocazione di queste terre come memoria storico-culturale che va fatta conoscere e riscoprire, questo potrà avvenire solo attraverso un progetto ambizioso che guardi al futuro per le nuove generazioni. Tante le tematiche emerse nel corso del dibattito dalla riqualificazione della rete infrastrutturale e di collegamento, alla rigenerazione urbana e territoriale, allo sviluppo economico-socio-culturale, alla legalità, all’ ecomafia, alle pari opportunità ambientali e sostenibili. Soprattutto è stata l’occasione per la presentazione del Master Plan della Regione Campania per lo sviluppo dell’area Domizio Flegrea ma che non esclude anche le aree interne. Una programmazione ambiziosa e non di semplice realizzazione, per questo non da subito apprezzata da rappresentanti politici, poco conosciuta dalle popolazioni residenti di quest’area così densamente popolata, che oggi grazie ad una visione lungimirante del Consigliere di Quarto Castellone e del gruppo Agorà, che non si sono voluti far sfuggire l’opportunità di chiedere al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca di inserire all’interno del Master Plan anche il territorio di Quarto invitando i colleghi di Marano a fare altrettanto trovando nel Sindaco Visconti piena disponibilità. Si ricorda che Quarto ricade pienamente nell’area flegrea, così come una buona parte dell’area periferica di Marano, zone cuscinetto e strategiche per la già inserita zona di Giugliano nel Master Plan. Confortanti le parole del Consigliere regionale Giovanni Chianese che ha annunciato l’imminente approvazione in giunta regionale del Master Plan, della presa in carico per la valutazione dell’inserimento del Comune di Quarto e successivamente anche del Comune di Marano di Napoli nella rigenerazione ambientale del territorio per far rivivere soprattutto l’orografia, le acque, gli alvei portando benessere e sviluppo. Il Master Plan punta anche ad una rete infrastrutturale verde ed al superamento di leggi ormai obsolete e poco eco sostenibili, la volontà è quella di fare rete- sottolinea il Consigliere Chianese- con gli Ordini professionali, magistratura, Forze dell’ordine, ci si atterrà a criteri meramente tecnici e non politici.

Dibattito coinvolgente che ha suscitato l’interesse a partecipare anche di altri paesi dell’hinterland attraverso la stampa locale. Adesso non ci resta che attendere l’avvio del necessario iter burocratico, nella consapevolezza che a nord- ovest di Napoli c’è una realtà che non vuole e non deve morire.

Foto di Angelo Marra

Consigliere regionale della Campania Giovanni Chianese

Sindaco di Marano Rodolfo Visconti e Consigliere Regionale Giovanni Chianese
Francesca Beneduce
Francesca Beneduce, Sindaco di Quarto Antonio Sabino
Rodolfo Visconti Sindaco Di Marano- Giovanni Chianese Consigliere Regione Campania

 

 

 

 

Sindaco di Quarto Antonio Sabino, Consigliere Gennaro Castellone


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa
Francesca Beneduce

Francesca Beneduce

Poliedrica e sempre in prima linea a difesa dei Diritti Umani. Laureata in Scienze Politiche, Criminologa, Giornalista. Esperta di politiche paritarie e di genere, di sviluppo locale, Bibliotecario, Valutatrice del personale della P.A. Ha ricoperto ruoli Istituzionali apicali per la Regione Campania e per Enti locali in Organismi di Parità. Consulente per lo sviluppo organizzativo in Enti pubblici e privati. dott.francescabeneduce@gmail.com