Ad Ancona una suora con 5 tatuaggi

 “Se la Chiesa non vuole farò così”

La storia raccontata sul Corriere Adriatico.

Difficile trovare giovani e adulti senza un tatuaggio, piccolo o grande che sia. Di certo, però, sta facendo discutere la storia della suora appassionata di tatuaggi che si ha fatta imprimere sulla pelle immagini che rimandano al cattolicesimo: croci, angeli in bianco e nero e volti.

Come si legge sul Corriere Adriatico, la storia è stata raccontata da Corrado Cingolani, titolare di un’attività di piercing e tatuaggi ad Ancona, lo studio Pmp my skin tattoo e piercing situato lungo corso Garibaldi.

La suora ha circa 40 anni e ha inaugurato la prima immagine circa due anni fa. Poi, la religiosa si è sottoposta ad altri tre tatuaggi sempre con tema la fede e a un quarto fuori argomento per dimostrare anche fisicamente la sua devozione, diventando così una cliente fissa del tatuatore.

Infatti, la suora, che ha voluto mantenere l’anonimato, ha raccontato di essersi sottoposta in tutto a cinque tatuaggi per rimarcare la propria devozione.

Da sottolineare, comunque, che i tatuaggi sarebbero presenti in zone del corpo nascoste o comunque poco vistose proprio per non dare nell’occhio anche se la suora in questione sarebbe convinta di essere nel giusto.

Infatti, alla domanda “i tatuaggi sono ammessi dalla Chiesa?“, la suora avrebbe replicato così: “Non credo di avere commesso peccato: nel caso andrò dal vescovo a confessarmi“.

[Foto rete internet]

image_pdfimage_print

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

redazione@ilmonito.it

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.