Acer. Manutenzione degli stabili bloccata e ritardi nei pagamenti ai dipendenti, Zinzi: “Ecco la rivoluzione di De Luca”

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha protocollato un’interrogazione indirizzata all’Assessore regionale al Governo del Territorio, Bruno Discepolo, avente ad oggetto “Effetti indotti dalla mancata approvazione del Bilancio previsionale dell’ACER”.

L’interrogazione muove dal clima di grande preoccupazione che vivono i dipendenti dell’ex Iacp rispetto al loro futuro a causa della poca chiarezza sul processo di trasformazione in atto da Istituto autonomo case popolari ad Acer (Agenzia Campana Edilizia Residenziale). Preoccupazione che li ha spinti a proclamare lo sciopero svoltosi nella giornata di oggi.

La mancata approvazione del bilancio ha avuto come prime conseguenze il blocco della manutenzione negli stabili (fermo dal novembre 2019) e il ritardato pagamento – dal mese di gennaio – degli stipendi ai lavoratori.

“La mancanza di incisività della Regione sull’Acer – ha dichiarato Zinzi – sta mettendo a rischio i servizi nelle case popolari. E’ incomprensibile il modo in cui la Giunta ha guidato questo processo di trasformazione evitando di facilitare l’adozione di adempimenti che andavano accolti per tempo. Le conseguenze adesso stanno ricadendo violentemente sulla pelle dei lavoratori e dei cittadini, i primi vedono a rischio lo stipendio, i secondi la manutenzione dell’alloggio che occupano pagando regolarmente il canone. Tutto questo è inammissibile”.


SOSTIENI ILMONITO.IT

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@ilmonito.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it