A Napoli i più scaramantici, ma è Milano a classificarsi al secondo posto

A posizionarsi al secondo posto in Italia è Milano
con il 92% di persone che preferiscono non sfidare
la sorte. A metterlo in evidenza è un sondaggio
realizzato dalla Sport Trading Academy.

«Non è vero ma ci credo»: il 97% dei napoletani è scaramantico. E proprio a Napoli, tra i più superstiziosi d’Italia, la Sport Trading Academy (www.sporttradingacademy.com) lancia dal 20 al 21 aprile un corso avanzato di «betting exchange» che si propone di svelare i segreti per affrontare un nuovo tipo di mercato sportivo.

In questo nuovo modello di business (approfondimenti nella newsroom di AJ-Com alla pagina web www.AJ-Com.Net/newsroom.html ) le quote si comprano e si vendono non più da un «bookmaker» ma da altri operatori di borsa, persone fisiche vere, con cui confrontarsi a livello di capacità e di strategia.

Gianluca Landi, fondatore ed autore delle teorie e dei percorsi formativi della Sport Trading Academy, ha così rivoluzionato il modo in cui anche i più scettici guardavano allo sport trading, sfatando falsi miti e credenze e prefiggendosi attraverso l’accademia di trasmettere in modo paradigmatico quanto appreso in 20 anni di esperienza. Leggi i principali vantaggi del trading sportivo rispetto al trading finanziario e dalle scommesse su www.TheCoreNews.Net/trading.html

Su un campione di 4 mila persone di entrambi i sessi, nel questionario della Sport Trading Academy a rispondere «sì» alla domanda «non è vero ma ci credo» è stata la stragrande maggioranza: il 76% degli italiani, una percentuale che sale addirittura al 97% a Napoli.

A posizionarsi al secondo posto in Italia è Milano con il 92% di persone che preferiscono non sfidare la sorte. Seguono poi Bari con il 90% di superstiziosi e Roma con l’89%.

Il 54% degli intervistati ha anche ammesso di avere un amuleto, un portafortuna oppure di ricorrere ad un rito scaramantico.

Quali sono i portafortuna preferiti dagli italiani? Nel sondaggio della Sport Trading Academy (www.sporttradingacademy.com) il cornetto rosso si colloca al primo posto con il 20% delle preferenze, seguito dai riti scaramantici come ad esempio incrociare le dita oppure rispettare una determinata routine (19%) e dal ferro di cavallo (17%).

image_pdfimage_print
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. redazione@ilmonito.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: